luglio 18, 2010

Giramondo/9

Ascolta con webReader

Burka ban ruled out by immigration minister, Patrick Hennessy, Telegraph.

«La cultura politica francese è molto diversa. Sono uno Stato laico aggressivo. Possono vietare il burqa, come vietano l’esposizione di crocifissi nelle scuole e cose del genere. Noi, invece, abbiamo scuole gestite direttamente da alcuni ordini religiosi».

This burka ban does not translate, The Independent.

«Mentre il velo integrale, e la subordinazione che esso indica, è in pieno contrasto con quanto noi sosteniamo, la tolleranza religiosa e culturale resta una caratteristica fondamentale di questo paese, destinata a rimanere tale. In uno Stato decente, le persone non devono essere istruite su come vestirsi. L’idea di avere forze dell’ordine pronte a infliggere ammende a chi ricorre al burqa è ripugnante, e potrebbe portare più donne ad essere imprigionate nelle loro case. Questa non è una soluzione».

The burqa problem, the burqa problematic, Beril Dedeoglu, Zaman.

«Chi può dire con certezza che una donna col burqa seduta in un parco, e non piuttosto un uomo qualunque che fa shopping al mercato, sarà la responsabile di una bomba fatta saltare nella stazione metropolitana più tardi? Il desiderio di vietare il velo nei luoghi pubblici è probabilmente il risultato dell’abitudine francese di ignorare tutto ciò che non piace. Sotto questo profilo, se queste donne restassero a casa, nessuno le vedrebbe e tutti si dimenticherebbero della loro esistenza, così il problema sarebbe “risolto”».

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Digg
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Segnalo
  • Diggita
  • Wikio IT
  • FriendFeed
  • Twitter
  • Live
  • Buzz
  • oknotizie

One thought on “Giramondo/9

  1. Pingback: Giramondo/9 | Politica Italiana